giovedì 17 maggio 2012

Gamberi acqua, terra e laguna

Questa ricetta è l'unione di due idee: quella di mia moglie che mi consigliava di presentare "Le castraure di Sant'Erasmo" e la mia, quella di fare un primo con gamberetti. Risultato "Gamberi acqua, terra e laguna": cioè castraure di Sant'Erasmo, gamberi e pomodorini. Un tris di passione. 


Ingredienti per 2 persone:
10 castraure di Sant'Erasmo
2 scalogni
2 testine d'aglio
15 pomodori ciliegino
250 gr di code sgusciate di gamberi e gamberoni
olio extravergine di oliva
granella di pistacchi
sale
pepe

Ricetta:
1- In una padella a fuoco medio mettete 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, 2 spicchi d'aglio tritato e 2 scalogni finemente tritati.
2- Intanto preparate le castraure tagliando i gambi del carciofo e le foglioline esterne più piccole. Poi tagliate in quattro parti le castraure e dividete ogni quarto in parti più fine.
Tagliate le castraure in parti fine
3- Pulite le code di gamberoni togliedo il budellino con lo stuzzicadente e liberate il gambero dal guscio.
4- Dopo aver soffritto lo scalogno, mettere le castraure tagliate in sottili spicchietti e aggiungete sale e pepe.
5- Allungate man mano con il brodo di pesce e aggiungete i pomodori ciliegino tagliati a metà.

6- Quando le castraure sono cotte, aggiungere le code di gamberoni. Sfumate con vino bianco fermo (mezzo bicchiere) e aggiustate con sale e pepe.

7- Impiattate, aggiungete la granella di pistacchi, un goccio di olio di oliva a freddo e le scaglie di grana. Servite tiepido. 



Vino scelto: Durello doc
Non è stato facile abbinare il vino al piatto che avevo inizialmente in mente ma, rivisitando la ricetta tradizionale con un'adeguata variante, sono riuscito a creare un buon abbinamento gastronomico (a mio parere ovviamente).


Con questa ricetta participerò a questo contest



3 commenti:

  1. Grazie per aver partecipato al nostro contest con un piatto dai sapori e dai profumi veneti...In bocca al lupo. A presto.

    RispondiElimina
  2. in bocca al lupo per il tuo primo contest!!

    RispondiElimina
  3. se vuoi andiamo lo stesso a congratularci di persona con i vincitori!

    RispondiElimina